oggetti in casa per sviluppare la motricità

Per aiutare i nostri bambini a sviluppare al meglio la motricità, ossia la capacità di compiere tutti quei movimenti che richiedono precisione nelle dita, corretta postura nel movimento e coordinazione oculo manuale, è consigliabile utilizzare oggetti della vita quotidiana, rendendo il gioco un’occasione per imparare. L’obiettivo è di affinare le capacità manuali e motorie del bambino facendolo divertire, scegliendo l’oggetto e il gioco più opportuno all’età e alle capacità da affinare e stimolare. Non è necessario acquistare giochi già precostruiti, ma sarà più che sufficiente usare gli oggetti presenti in casa e che fanno parte della nostra quotidianità. Una delle attività principali da proporre è il famoso vassoio dei tesori, indicato anche nel metodo Montessori, che consiste in un cesto possibilmente di paglia o materiale naturale, all’interno del quale vengono posti oggetti di vario tipo scelti in base all’età e alla sicurezza del bambino. Devono essere di varie forme e consistenze proprio per stimolare il tatto e la capacità di riconoscere i vari materiali, per esempio si possono aggiungere tappi di sughero, gomitoli di lana e, quando il bimbo è più grande, pigne, legnetti e pietre. Altra attività molto stimolante è quella dei travasi che può essere fatta in vari modi, utilizzando per esempio due contenitori diversi per trasferire pasta, legumi o anche monete, oppure bottiglie e caraffe per travasare l’acqua, magari colorandola con tinture alimentari. Per la coordinazione occhio mano un gioco divertente può essere quello di travasare liquidi o colorare con un contagocce, strumento perfetto anche per i più piccoli. Una cosa ancora più divertente per i piccoli sarà aiutarci nelle faccende di casa, come stendere il bucato e quindi farli esercitare con le mollette da aprire e chiudere, oltre che per il riconoscimento dei colori e l’appaiamento della biancheria. Un altro classico resta sempre la pasta da modellare che sviluppa particolarmente anche il senso della fantasia, creando le forme più disparate e preferite dai bambini, unendo la manualità e il riconoscimento delle consistenze. Per aiutarli invece a riconoscere i colori e a proporre delle sequenze è utile l’infilatura, con dello spago o del filo più sottile si possono infilare oggetti semplici come la pasta, se il bambino è più piccolo, o perline, viti e bottoni quando è più grande. Parola d’ordine deve comunque essere sempre il divertimento e dare ampio spazio alla fantasia, utilizzando tutti gli oggetti di casa in piena sicurezza.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *