IL DILEMMA DI TUTTE LE MAMME: CULLA O LETTINO?

E’ normale per ogni mamma desiderare il meglio per il proprio bambino, e quindi fin dalla gravidanza ci si pone la domanda se è meglio utilizzare fin dalla nascita il lettino oppure la culla.

LA CULLA
Per un bimbo venire alla luce e ritrovarsi in un mondo ben diverso da quello ovattato del grembo materno è un trauma. Quindi bisogna aiutarlo pian piano ad abituarsi alla nuova dimensione.
Proprio per questo si consiglia per i primi mesi di l’utilizzo della culla.
La culla ideale è quella con una imbottitura morbida, che dondola dolcemente quando viene mossa per far sentire il bimbo protetto.
Ci sono altri motivi per cui è preferibile utilizzare la culla, ancora meglio con le ruote per essere spostata facilmente nei vari locali della casa:
– può essere posizionata nella stanza dei genitori vicino al lettone
– la mamma può prendersi cura del neonato senza doversi alzare ogni volta
– il bimbo sente la vicinanza dei genitori, cosa per lui molto importante
Man mano che il bimbo cresce la culla diventa un pericolo perchè con il movimento il piccolo rischia di cadere.
E’ questo il momento di passare al lettino.

IL LETTINO
Tra i tre e i sei mesi si può iniziare ad utilizzare il lettino. Inizialmente è preferibile usare un riduttore, in quanto l’ampiezza potrebbe far sentire il neonato solo e a disagio.
Per motivi di sicurezza tutti i lettini che si acquistano devono, per legge, avere determinati requisiti. Ad esempio la distanza tra le sbarre non deve superare i 7,5 cm, la sponda alzata non deve superare i 60 cm e i 20 quando è abbassata.

E’ chiaro che nessuno impedisce di servirsi fin da subito del lettino. L’importante è adottare tutte le accortezze necessarie per la sicurezza e la serenità del piccolo.