per la casa meglio regalare fiori o piante?

Capita a volte di essere invitati ad una cena o ad un pranzo senza preavviso;entriamo nel panico per non avere il tempo di preparare ne un dolce ne un’antipasto e allora come fare?
Per non sfigurare con la padrona di casa è solito arrivare con dei fiori o una bella pianta;ma quale dei due è il più gradito?

Arrivare all’invito con un bel mazzo di fiori;magari misti e tutti colorati,farà un’effetto elegante e allegro al tempo stesso.
Se si conoscono i gusti della persona da omaggiare allora possiamo far cadere il nostro omaggio sul suo fiore preferito;di sicuro un regalo molto gradito.
Basta non scegliere un mazzo di fiori troppo voluminoso;risulterebbe ingombrante,mentre se la serata è per un compleanno ai nostri fiori uniamo anche un simpatico bigliettino di auguri.

Se optiamo per una pianta;cerchiamo di scegliere piante che non abbiano bisogno di grandi cure,per non mettere in imbarazzo chi la riceve se non è molto abile con il giardinaggio.
Ci sono vari tipi di piante come quelle grasse o quelle che poi fioriscono;ma per non sbagliare regalo meglio una pianta piccola,senza fioritura e che non abbia bisogno di innaffiature continue e specialmente che sia fatta per stare all’interno.

Anche questa scelta deve essere fatta a gusto personale di chi la riceverà;ma se veniamo invitati da persone che quasi non conosciamo allora meglio un mix di fiori che compongono un colorato mazzo e non sbaglieremo sicuramente.
Se l’invito viene fatto da amici o parenti allora andiamo sulla scelta della pianta;dura nel tempo così da lasciare un nostro piacevole ricordo.

Come costi sono molto simili non sono grandi cifre;l’importante è capire quello che si adatta meglio anche alla casa,visto che verrà messo in evidenza nella stanza.
Io amerei molto di più un mazzo di fiori;più romantico,dona più colore e luce all’ambiente dove è presente e sono sempre apprezzati da tutti.

oggetti in casa per sviluppare la motricità

Per aiutare i nostri bambini a sviluppare al meglio la motricità, ossia la capacità di compiere tutti quei movimenti che richiedono precisione nelle dita, corretta postura nel movimento e coordinazione oculo manuale, è consigliabile utilizzare oggetti della vita quotidiana, rendendo il gioco un’occasione per imparare. L’obiettivo è di affinare le capacità manuali e motorie del bambino facendolo divertire, scegliendo l’oggetto e il gioco più opportuno all’età e alle capacità da affinare e stimolare. Non è necessario acquistare giochi già precostruiti, ma sarà più che sufficiente usare gli oggetti presenti in casa e che fanno parte della nostra quotidianità. Una delle attività principali da proporre è il famoso vassoio dei tesori, indicato anche nel metodo Montessori, che consiste in un cesto possibilmente di paglia o materiale naturale, all’interno del quale vengono posti oggetti di vario tipo scelti in base all’età e alla sicurezza del bambino. Devono essere di varie forme e consistenze proprio per stimolare il tatto e la capacità di riconoscere i vari materiali, per esempio si possono aggiungere tappi di sughero, gomitoli di lana e, quando il bimbo è più grande, pigne, legnetti e pietre. Altra attività molto stimolante è quella dei travasi che può essere fatta in vari modi, utilizzando per esempio due contenitori diversi per trasferire pasta, legumi o anche monete, oppure bottiglie e caraffe per travasare l’acqua, magari colorandola con tinture alimentari. Per la coordinazione occhio mano un gioco divertente può essere quello di travasare liquidi o colorare con un contagocce, strumento perfetto anche per i più piccoli. Una cosa ancora più divertente per i piccoli sarà aiutarci nelle faccende di casa, come stendere il bucato e quindi farli esercitare con le mollette da aprire e chiudere, oltre che per il riconoscimento dei colori e l’appaiamento della biancheria. Un altro classico resta sempre la pasta da modellare che sviluppa particolarmente anche il senso della fantasia, creando le forme più disparate e preferite dai bambini, unendo la manualità e il riconoscimento delle consistenze. Per aiutarli invece a riconoscere i colori e a proporre delle sequenze è utile l’infilatura, con dello spago o del filo più sottile si possono infilare oggetti semplici come la pasta, se il bambino è più piccolo, o perline, viti e bottoni quando è più grande. Parola d’ordine deve comunque essere sempre il divertimento e dare ampio spazio alla fantasia, utilizzando tutti gli oggetti di casa in piena sicurezza.

consigli biancheria casa

In questo articolo andremo a parlare di quali capi di biancheria casa è meglio acquistare.
La prima cosa che dovrete fare sarà quella di identificare il colore predominante della vostra casa, o comunque il colore predominante della stanza in cui andrete a utilizzare la biancheria, una volta individuato non vi basterà fare altro che fare una ricerca via internet o per i vari negozi per andare a ricercare quella che più che vi aggrada o che comunque si abbina meglio con il resto della casa, quindi sia come colore che come stile, una volta fatto questo non vi resterà altro che acquistarlo e il gioco è fatto. Un consiglio che vi do è quello di visitare quanti più negozi possibile e, se vi trovate bene, anche internet, poiché è possibile che lo stesso prodotto della stessa marca possiate trovarlo di meno rispetto ad altri negozi, quindi è sempre meglio fare un giro di prova, magari scriversi un appunto sul modello e il prezzo e poi comparare il tutto, sicuramente troverete quello che più fa al caso vostro e, sono proprio sicura che risparmierete anche sul prezzo, quindi avrete il massimo della qualità ad un prezzo minore.
Spero che questo consiglio vi possa essere stato utile, perché è importante acquistare cose per la casa, per far si che essa resti comunque nuova, quindi per proteggerla, ma è importante anche risparmiare sulle cose che si acquistano quindi se è possibile acquistare le cose che si sono vate in negozio ad un prezzo minore, perché non farlo? Detto questo spero veramente di esservi stata di aiuto e alla prossima, con altri consigli e altre chicche.

pensilina o veranda?

Chi ha un giardino,un portico o un balcone;ha la necessità non solo di usarlo nella stagione calda ma anche nella stagione fredda.
Il modo migliore e più pratico è coprirlo con una pensilina o trasformarlo in veranda;qual’è la differenza e qual’è la scelta migliore?

La base di partenza è capire cosa possiamo fare a seconda della grandezza del balcone o del giardino e se cerchiamo solo un riparo o un’angolo da vivere anche in inverno.
La pensilina è una tettoia messa al di sopra di porte o finestre o posta su di un lato della casa;sono fatte di solito in legno,acciaio o in ferro.
Mentre la veranda praticamente diventa un luogo chiuso con teli o vetrate;completamente apribile al bisogno.

La pensilina è molto semplice da montare ma è considerata più come un riparo;infatti alcuni tipi di pensiline le troviamo davanti ai bar,ai supermercati,alle fermate dei bus ecc……
Nelle case si possono mettere sulla porta per ripararsi da un’improvviso temporale o al di sopra della finestra per fare un pò d’ombra ;specialmente nel periodo estivo.
Molto carine da vedere sono quelle in alluminio;moderne e con la copertura fatta di lastre molto resistenti.
Poi ci sono in acciaio;dove resistono a qualsiasi temperatura e cambi di tempo senza rovinarsi e per riparare un portico,un balcone o un’angolo del giardino le troviamo anche fatte con l’eleganza del legno.

Sicuramente se lo spazio c’è il meglio è la veranda;basti pensare che trasformando in veranda il balcone o il portico,si acquista una zona in più da adibire a studio,gioco o lavoro.
La veranda si può fare in alluminio;non richiede molti lavori ed è resistente nel tempo,si può creare in legno;più impegnativa come cura ma molto bella esteticamente.
In tutti i modi possiamo pensare di chiuderla con grandi vetrate;che nelle stagioni più calde si aprono del tutto facendoci godere l’esterno della casa.
Nel periodo freddo si può riscaldare con stufette o con quei comodi funghi da giardino;possiamo illuminarla con applique o con piccole lampade ad angolo ed arredarla con un tavolo e qualche sedia mettendo fiori e piante.

Posso tranquillamente dire che;guardando l’ambiente di cui si dispone la veranda è la soluzione migliore,diventa parte della casa ed è vivibile in ogni periodo dell’anno.

in campeggio meglio noleggiare un camper o una casetta?

Sta per arrivare la stagione delle tanto sognate vacanze;mare,montagna o lago che sia vogliamo il sole e il dolce far niente.
Una vacanza che negli ultimi anni ha preso molto piede è quella nei campeggi;ma il dubbio che ci assale è:sarà meglio scegliere la vacanza in camper o comodi in una casetta camping?

La casetta camping è sicuramente adatta a chi non vuole rinunciare alle comodità di casa propria.
Ci sono vari tipi di casette,da quelle più piccole per sole coppie a quelle più grandi per le famiglie numerose;tutte fatte in legno per dare la sensazione di soggiornare come in un’elegante cottage di montagna.
Tutte le casette hanno un comodo portico per poter consumare i pasti a contatto con la natura;sono arredate con tutto il necessario e l’arredamento essenziale,dalla cucina alle camere da letto e cosa importante,hanno tutte il proprio bagno.

Mentre il camper è la soluzione più spartana;meno comoda dove si trova solo l’essenziale,non c’è posto per tutto l’armadio di casa,ad esempio ma dalla sua ha il contatto diretto con gli altri ospiti del campeggio.
Ci sono anche nei camper vari modelli dai meno attrezzati a quelli più accessoriati;non molto adatto a famiglie numerose,ha la sua piccola attrezzatura per creare la zona pranzo all’esterno ma i servizi igienici sono in comune con tutti gli ospiti del campeggio.

Come costi per il noleggio durante le vacanze;la casetta camping essendo più confortevole e venendo vissuta come un’appartamento è leggermente più costosa del camper ma se dovessi scegliere tra il costo e la comodità sceglierei la comodità.
Ovviamente la scelta è personale;se piace lo spirito di avventura il camper è il migliore sotto tutti i punti di vista mentre se piace lo stile rilassato,meno confusionario e più riservato la casetta camping vince assolutamente.

Dildo strap on: che cosa sono e dove acquistarli?

Il mondo erotico, se un tempo era un tabù, oggi, lo è sempre meno. Basta navigare in rete e scoprire il fantastico mondo dei particolari giocattoli sessuali, usati sin dall’antichità per soddisfare varie pratiche erotiche. Ma, negli ultimi decenni, la tecnologia ha fatto passi da gigante e le nuove conoscenze hanno portato a sviluppare e creare oggetti del desiderio sempre più raffinati e creativi.

Quali sono i benefici dei dildo strap on?
Stando a delle statistiche, possiamo dire con quasi certezza che, grazie all’uso dei dildo strap on (cliccando sul link è possibile acquistarli online in modo sicuro ed in totale anonimato), assistiamo ad una serie di miglioramenti psicofisici per l’uomo e la donna, tra cui:

  • maggiore sicurezza
  • goduria assoluta
  • maggior coinvolgimento della coppia
  • desiderio crescente di nuove emozioni

Una buona vita sessuale è, inutile negarlo, indice di appagamenti e soddisfazioni personali. Infatti, è da sempre dimostrato, che avere una vita amorosa ed erotica movimentata è segno di benessere. Oggi, grazie al superamento di molti pregiudizi e stereotipi creati nelle società nel tempo, il mondo dei dildo, è per fortuna in fortissima espansione.

I dildo sono dei giocattoli erotici che aiutano molto a raggiungere piaceri sessuali assoluti.
Vengono utilizzati da uomini e donne, quindi da coppie, ma anche in maniera singola o nel sesso a più persone.
Normalmente hanno la forma del pene maschile in erezione ma ne esistono di svariati tipi. Inizialmente erano in cuoio, pelle, poi man mano si sono diffusi giocattoli erotici in silicone e plastica.
Il mondo erotico è stato così invaso da oggetti curiosi e, a volte necessari, per creare armonia sessuale: il mondo dei dildo strap on.

Come si presentano i dildo strap on?

Dildo strap on: oggetti che riproducono in maniera fedele il membro maschile.

Questi giocattoli erotici, più comunemente chiamati dildo indossabili o dildo strap on, sono prodotti disegnati per essere indossati attraverso una particolare imbracatura che si fissa al corpo, richiamando alla mente la forma del membro maschile.

Sul mercato erotico ne esistono moltissimi e hanno tutti la particolarità di creare piacere e soprattutto di aumentare il desiderio. Vengono utilizzati dalle coppie, dall’uomo in caso di impotenza, oppure per dare alla donna una doppia penetrazione. Il sesso femminile ne è sempre più coinvolto, infatti, viene utilizzato dalle donne anche per penetrare un altro uomo o donna o per simulare un rapporto orale. Sostituisce la terza persona in un rapporto e, per la donna, così come per l’uomo, è un momento di piena eccitazione. La donna, infatti, può sentire la sensazione di essere lei a dirigere il gioco sessuale e l’uomo può godere ancora di più nel vedere la propria donna penetrata in più parti.
I dildo strap on possono essere acquistati in numerosi sexy shop o, semplicemente, basta navigare in rete e lasciarsi sedurre dai numerosi giocattoli erotici.

I dildo strap on sono utilizzati sempre di più, non solo da coppie ma soprattutto da donne lesbiche. Insomma, sono dei fantastici giochi erotici che una volta usati è difficile farne a meno.
I dildo hanno diverse forme e sono costruiti in svariati materiali, sono lisci e semplici ed hanno la caratteristica di essere molto simili al pene, presentando la sua forma in maniera fedele con vene e rilievi.

Dildo strap on per uomo e per donna

I giocattoli erotici per uomo e per donna come si presentano e quali sono le loro funzioni?

I dildo strap on hanno la capacità di accontentare uomini e donne e proprio per questo sono stati studiati in maniera tale da essere idonei per i due sessi.
I dildo strap on per uomini hanno una forma tale da essere comodamente utilizzati. Infatti, presentano una cavità che consente di indossarli facilmente e senza nessun tipo di sforzo. Ne esistono di svariate misure e, una volta scelta quella giusta, in base al proprio gusto, li si indossa e si dà il via a giochi erotici molto particolari e coinvolgenti. Ad esempio, l’uomo può indossare gli strap on con due dildo per stimolare il gioco a tre e penetrare due donne.

I dildo strap on per le donne, invece, sono pensati in modo tale da essere indossati senza gli slip e alcuni hanno la caratteristica di avere due piccoli peni, uno che entra nella vagina di chi lo indossa e l’altro nella vagina dell’altra donna. In questo modo con i movimenti giusti godono entrambe le donne.
Esistono oggi numerosi dildo che possono essere indossati anche su più parti del corpo, in questo modo la soddisfazione e l’eccitamento sono davvero unici e sensazionali. Basta poco e dar vita alle fantasie più nascoste è molto semplice.

L’uso dei dildo strap on è ovviamente consigliato ad un pubblico adulto e consapevole, a chi ama le fantasie e giochi erotici ma soprattutto a chi si lascia andare. La scelta di quelli giusti varierà di volta in volta, sulla base delle emozioni che si vorranno provare.

Il mondo sessuale è già bello di suo ma, a volte, basta poco per renderlo ancora più accattivante ed è inutile negarlo ma, chiunque, spesso, sente l’esigenza di provare nuove emozioni sessuali.
I dildo strap on rappresentano una vera opportunità per vivere il mondo sessuale ed erotico in piena libertà ma è indispensabile capire, che il sesso e l’erotismo, vanno vissuti a pieno e tutte le fantasie possibili vanno soddisfatte per vivere bene innanzitutto con sè stessi, senza frustazioni.

I dildo strap on, avendo la caratteristica di simulare il pene in maniera reale, sono dunque degli ottimi strumenti per vivere in maniera spensierata il sesso. Inoltre, molti hanno dei congegni di vibrazione che aumentano sensibilmente i movimenti del rapporto, quindi, lasciarsi andare e sognare sono le giuste motivazioni per conoscere e provare il mondo dei dildo strap on.

fonte: il fantastico mondo dei dildo strap on: che cosa sono e dove acquistarli?

Microspie installate in casa. Per quali ragioni o necessità?

Sicuramente possono rivelarsi utili nel caso in cui abbiate necessità di avere persone all’interno della vostra abitazione quali baby sitter, badandi, donne delle pulizie etc… Avendole non solo potrete verificare se il lavoro viene eseguito così come vi aspettate ma ancor più importante potrete constatare eventuali azioni illecite quali furti e manomissioni o peggio comportamenti inadeguati o violenti nei confronti dei vostri cari (bambini, anziani, persone disabili, animali, etc..).

E’ consigliabile installarle in luoghi ben nascosti e difficilmente rilevabili ma i quali obiettivi abbiano una presa strategicamente efficace. Ad esempio potrebbe rivelarsi vincente installare una microspia in un luogo alto del salone principale, magari mimentizzata tra le piante su una mensola, oppure all’interno di una statuetta cava. La cucina è altresì un luogo sensibile. Cuore della vita casalinga, l’installazione di microspie quì non solo è consigliabile, ma è anche più facile. Infatti essendoci moltissimi “appigli” di energia elettrica sarà anche meno complicato trovare l’alimentazione per le vostre cimici. All’interno della cappa di aspirazione, nel forno o in altri piccoli utensili da cucina, questi potranno essere luogi di installazione efficace.

Particolarmente consigliata l’installazione nei punti più sensibili, laddove avete a cuore che il vostro occhio sia presente. Ad esempio la camera del vostro bimbo. Un ottimo nascondiglio, come insegnano anche i film americani, può essere un peluche di vostro figlio. Oppure in un angolo della stanza mimetizzato da quadri o poster. Anche un grande orologio può essere un luogo ideale. Sarà sufficiente praticare un foro in un punto sufficientemente strategico e mimetizzato.

Ad ogni modo se volete togliervi tutti i pensieri la cosa migliore da fare è chiedere il supporto e la competenza di un elettricista professionista. Tuttavia questo può risultare dispendioso e poco discreto. Pertanto cercate su internet con minuzia e attenzione, eventualmente consultando blog di persone che hanno affrontato la vostra medesima esperienza prima di voi. Dopodichè cercate tra la ampia offerta commerciale il prodotto che più è adeguato alle vostre necessità. Concentratevi sulle funzioni offerte e non dimenticate i dettagli tecnici quali il metodo di installazione consultando altresì eventuali tutorial presenti in rete.

Per combattere il caldo in casa meglio pellicole ai vetri o vernice termica?

Il settore delle tende e dell’oscuramento interno garantisce un ampio ventaglio di soluzioni alla clientela. Tuttavia altrettanto non si può dire delle pellicole per i vetri, ambito che, nonostante la diffusione e l’innalzamento della qualità avuta negli ultimi anni, rappresenta ancora un microsettore nell’economia italiana. Le pellicole svolgono il doppio compito di garanzia della privacy domestica e di isolamento degli ambienti interni dai raggi solari, che vengono in questo modo quantomeno schermati dal calore solare, permettendo anche vantaggi dal punto di vista meramente economico, in quanto si riduce drasticamente l’esigenza di impianti di condizionamento. L’innalzamento della qualità sopracitata si nota in particolar modo nei materiali utilizzati nella produzione, che nel corso degli anni hanno dimostrato una sempre maggior resistenza agli agenti atmosferici e alle abrasioni. L’unica nota dolente è rappresentata, indubbiamente, dagli elevati costi di tali pellicole che possono arrivare a costare anche 50 euro al metro quadrato.
Ma passiamo ora a considerare l’alternativa alle pellicole, ovvero le vernici termiche. Queste tipologie di pitture sono costituite da sfere in ceramica e resina che forniscono un’ ottima capacità di riflesso dei raggi solari, garantendo un miglioramento del potere isolante dell’edificio in questione. Gli esperti del settore, pur affermando la bontà di tale tecnologia, sostengono come le vernici termiche non possano in alcun modo sostituirsi ad un sistema isolante di buona qualità. Uno degli elementi che sicuramente farebbe propendere la scelta verso la vernice termica è il basso costo e la semplicità di realizzazione anche se il non elevato spessore delle vernici in questione non può sicuramente garantire elevati standard di isolamento.
Mi sento quindi di consigliare la posa e l’utilizzo delle pellicole adesive poichè il più elevato costo di quest’ultima tecnica può essere ammortizzato in qualche anno grazie al notevole risparmio sulla bolletta elettrica; inoltre, mentre le vernici termiche necessitano di una più frequente manuntenzione, le pellicole adesive possono arrivare a durare anche 20 anni, senza riportare danni.

Fare la camera da letto più hard

La camera da letto, come si sa, è il luogo in cui più di frequente si fa sesso, ma con i giusti accorgimenti diventerà uno spazio bollente degno dei migliori film hard. Ogni tipo di fantasia potrà essere esaudita se deciderai di ripensare la stanza da luogo del sonno a spazio di piacere. La prima modifica riguarda una massiccia presenza di specchi. Il primo pensiero va allo specchio al soffitto, una meravigliosa fantasia che però potrebbe essere poco pratico. La presenza di un lampadario limiterebbe di molto questa ipotesi, allora meglio ricorrere ad alternative. Per esempio potresti acquistare un armadio con le ante coperte di specchi o adeguare quello che già possiedi installandoli. Non c’è persone al mondo che non si ecciti nel vedersi mentre fa l’amore.

Il letto perfetto per una camera ad alto tasso erotico è quello in ferro battuto. Le sbarre ti permetteranno di giocare con manette e corde, liberando la voglia sadomaso che è in te. A questo punto ti chiederai dove mettere i tuoi sex toys preferiti. L’ideale è il tenerli a portata di mano, evitando di posizionarli nel fondo dell’armadio perché il rischio è quello di non cogliere l’attimo giusto per proporli. Il kit perfetto deve comprendere un dildo classico, un vibratore clitorideo e un doppio fallo per immaginare rapporti con più uomini contemporaneamente. In questo modo hai a disposizione una serie di strumenti che ti permetteranno di godere e far godere per un tempo che ti sembrerà meravigliosamente infinito. Se ami le foto e i video hard, è utile possedere un treppiede per smartphone da posizionare strategicamente in un angolo della stanza in modo da riprendere la scena per bene. Rivedersi in un filmato hard ha un’incredibile potenza afrodisiaca. Infine, i cassetti del comodino sono perfetti per conservare il lubrificante e i profilattici, così da poterli utilizzare rapidamente, senza il bisogno di alzarsi per una lunga e dannosa ricerca.